Papilloma virus screening, l’importanza della prevenzione

Papilloma virus screening, l’importanza della prevenzione

Ogni anno in Italia muoiono 1500 donne a causa del tumore del collo dell’utero e si hanno 3.500 nuove diagnosi. La causa principale di questo tumore è l’infezione da papilloma virus (HPV).

Che cos’è il papilloma virus

Il papilloma è una malattia infettiva virale che viene trasmessa attraverso il sesso ed è causata da più di 100 ceppi di HPV, 12 dei quali possono condurre a un tumore. Questo vale soprattutto per l’HPV 16 e l’HPV 18. I ceppi oncologici dell’HPV oltre al tumore della cervice provocano anche quelli dell’ano, della vagina, del pene e dell’orofaringe.

Contro il papilloma virus HPV-DNA test e pap-test

Fondamentale è lo screening del tumore del collo dell’utero, effettuato tramite il pap-test (gratuito con il SSN dai 25 ai 64 anni ogni tre anni).

Molto efficace, a partire dai 30 anni, si è rivelato anche il test per il Papilloma virus (HPV-DNA test) che può essere effettuato anche ogni 5 anni in caso di negatività. Questo test viene eseguito attraverso un prelievo simile a quello effettuato per il pap-test effettuando l’analisi genetica del materiale prelevato. Se si riscontra un alto rischio di HPV la donna si deve sottoporre a un pap-test, per verificare la presenza di modificazioni cellulari. Se queste sono assenti dopo 12 mesi si procede a un nuovo test HPV, altrimenti si esegue la colposcopia.

Il papilloma virus nell’uomo

Un vero e proprio test per il papilloma virus nell’uomo non esiste. Soprattutto nelle situazioni a rischio – partner con positività, sistema immunitario deficitario, omosessualità – e in caso di riduzione della fertilità, è bene effettuare periodicamente i tamponi uretrale, anale ed orofaringeo. Questo anche in assenza di lesioni evidenti.

L’importanza del vaccino

È possibile prevenire il Papilloma virus con il vaccino, da effettuare tra gli 11 e i 14 anni. Il vaccino, somministrato gratuitamente dal Piano nazionale delle vaccinazioni, è di tre tipi: bivalente, quadrivalente e 9-valente. Esso è rivolto a ragazze e ragazzi ed è somministrato in due dosi a distanza di sei mesi l’una dall’altra (tre sopra i 14 anni).

Effettuare la vaccinazione è importante perché in questo modo si riduce anche il rischio dei tumori collegati all’HPV per i quali non vi sono screening.

Essersi sottoposti a vaccinazione non annulla l’importanza di sottoporsi, a partire dai 25 anni, a controlli periodici.

Puoi effettuare l’HPV test presso il Laboratorio di analisi cliniche Mater Gratiae a Squinzano (Le), in via Mater Gratiae 29. Siamo aperti dal lunedì al sabato con orario continuato 7-17. Per appuntamenti ci puoi contattare allo 0832.787444. Per informazioni puoi anche rivolgerti al 377.0865532 (WhatsApp) o via mail a laboratoriomater@libero.it

News

Gli altri articoli

Con il test del DNA fetale si ricercano anomalie cromosomiche riconducibili a malformazioni fetali