Test microbioma vaginale

Test microbioma vaginale

Batteri, funghi, protozoi e virus non sono necessariamente un male per il nostro corpo. Anzi, un buon sistema immunitario dipende proprio dalla loro presenza.

Con il termine microbioma s’intende il patrimonio genetico di questi microrganismi, mentre il microbiota è l’insieme composto da centinaia di miliardi di microrganismi che vivono nel nostro corpo, al suo interno e in superficie. Costituto perlopiù da batteri, ma anche da virus, miceti e protozoi.

Il microbiota umano si suddivide in tanti microbioti “distrettuali”. Troviamo infatti un microbiota intestinale, un microbiota vaginale, un microbiota orale e così via. Non esiste un microbiota uguale ad un altro. È una sorta di carta d’identità che la Natura ci ha donato.

L’importanza del microbiota vaginale

Un microbiota vaginale sano è necessariamente caratterizzato dalla predominanza di lattobacilli, in grado di produrre acido lattico e di mantenere pertanto un pH vaginale acido che ostacola la colonizzazione e la proliferazione di microrganismi patogeni.

Tra i batteri maggiormente presenti nel sistema vaginale è il  Lactobacillus crispatus il più protettivo tra le varie specie di lattobacilli, perché maggiormente associato a:

  • una ridotta insorgenza di infezioni vaginali sia di origine batterica (Gardnerella e Chlamydia) sia ad altra eziologia (Candida e Trichomonas vaginalis
  • una condizione di stabilità per il microbiota vaginale
  • uno stato di benessere generale durante tutte le fasi della vita della donna, dalla pubertà alla menopausa

Il microbiota vaginale dipende da un insieme di fattori quali età, etnia, rapporti sessuali, livelli ormonali durante la gravidanza, mestruazioni e menopausa, infezioni genitali e igiene personale.

I rischi di un microbiota non in equilibrio

Quando il microbiota presenta uno stato di disequilibrio le difese della donna sono più basse e si può andare incontro a vaginosi batteriche, malattie infiammatorie pelviche, una maggiore predisposizione alle malattie trasmesse sessualmente.

Il microbiota vaginale è fondamentale per la salute dell’apparato genitale femminile, per il mantenimento della funzione riproduttiva e per il buon decorso della gravidanza, si riducono gli aborti spontanei e i parti prematuri.

Quando eseguire il test del microbioma vaginale

Il test del microbioma vaginale (l’insieme del genoma di tutti i microrganismi presenti in vagina) dovrebbe essere effettuato quando:

  • si hanno difficoltà di concepimento;
  • si è avuto un parto pretermine;
  • si è avuto un rapporto sessuale non protetto con un partner occasionale;
  • si ha un’infezione a trasmissione sessuale;
  • si hanno perdite vaginali insolite, lesioni o vesciche;
  • si avverte dolore o prurito.

Perché fare il test

Attraverso il test del microbioma vaginale si individua la composizione batterica presente nel tessuto vaginale. Questo aiuta il medico a scegliere la terapia più adatta per la paziente per debellare il problema e a ristabilire il giusto equilibrio del microbiota.

Per eseguire il test del microbioma vaginale puoi rivolgerti al Laboratorio di analisi cliniche Mater Gratiae a Squinzano (Le), in via Mater Gratiae 29. Siamo aperti dal lunedì al sabato con orario continuato 7-17. Per appuntamenti ci puoi contattare allo 0832.787444. Per informazioni puoi anche rivolgerti al 377.0865532 (WhatsApp) o via mail a laboratoriomater@libero.it

News

Gli altri articoli

Con il test del DNA fetale si ricercano anomalie cromosomiche riconducibili a malformazioni fetali